Books Should Be Free is now
Loyal Books
Free Public Domain Audiobooks & eBook Downloads
Search by: Title, Author or Keyword

Come le foglie   By: (1847-1906)

Book cover

First Page:

GIUSEPPE GIACOSA

Come le Foglie

COMMEDIA IN QUATTRO ATTI

MILANO FRATELLI TREVES, EDITORI

15.^o migliaio.

COME LE FOGLIE.

Questa commedia fu rappresentata la prima volta a Milano dalla Compagnia Tina Di Lorenzo Flavio Andò al teatro Manzoni la sera del 31 gennaio 1900.

PROPRIETÀ LETTERARIA

I diritti di riproduzione e di traduzione sono riservati per tutti i paesi, compresi la Svezia, la Norvegia e l'Olanda.

Per ottenere il diritto di rappresentazione, rivolgersi esclusivamente alla SOCIETÀ ITALIANA DEGLI AUTORI (Milano, Corso Venezia, 4).

GIUSEPPE GIACOSA

Come le Foglie

COMMEDIA IN QUATTRO ATTI

MILANO FRATELLI TREVES, EDITORI

15.^o migliaio

Tip. Fratelli Treves. 1910.

ALL'AMICO

EUGENIO TORELLI VIOLLER

CHE MI FU FEDELE NEI MOMENTI GRAVI

Giuseppe Giacosa.

PERSONAGGI.

GIOVANNI ROSANI, 56 anni.

GIULIA, sua seconda moglie, 34 anni.

TOMMY, 27 anni suoi figli di primo letto. NENNELE, 22 anni

MASSIMO ROSANI, suo nipote, 34 anni.

LA SIGNORA LAURI.

LA SIGNORA IRENE.

LA SIGNORA LABLANCHE.

HELMER STRILE, pittore.

UN ALTRO PITTORE.

UN SIGNORE.

ANDREA domestici. GASPARE

LUCIA, vecchia cameriera.

MARTA, cuoca.

UN GROOM.

FACCHINI.

ATTO PRIMO.

Un salone fastoso aperto (per un'arcata che si può chiudere con imposte scorrenti e rientranti nei muri) verso una fastosissima sala da pranzo. Questa è tappezzata di cuoio a fondo scuro con grandi fiorami dorati, ed ha mobili di noce scolpiti. Il salone ha un soffitto a cassettoni a borchie dorate e le pareti coperte di arazzi. La gran tavola della sala da pranzo è ingombra di sacche da viaggio, porta scialli, porta ombrelli, ecc. Nel salone, mobilio inglese delicatissimo. Nessun sopramobile. Si capisce che la casa sta per essere abbandonata. A destra due porte: la prima mette nella camera di Giovanni, la seconda in quella di Tommy. A sinistra, alla seconda quinta, la porta comune. Alla prima quinta porta che mette nella camera di Giulia. La sala da pranzo ha una sola porta in un angolo, a destra dello spettatore.

SCENA PRIMA.

Al sorgere della tela, tre facchini, carichi di valigie, vengono dalla sala da pranzo ed escono per la Comune. Si vede nella sala da pranzo LUCIA che viene e va, portando robe che depone sulla tavola. NENNELE nel salone, ritta presso una consolle sta registrando su di un foglio volante il numero dei colli. Si ode di quando in quando uno scampanellìo rabbioso ed impaziente.

NENNELE ai facchini.

Quante sono?

UN FACCHINO.

Sei dabbasso e qui tre. Nove.

Via.

NENNELE.

Lucia.

LUCIA.

Signorina.

NENNELE.

Quante valigie restano?

LUCIA.

Tre della signora e due del signorino.

NENNELE.

Sono pronte?

LUCIA.

Ho chiuso adesso l'ultima della signora. Quelle del signorino non saprei.

NENNELE.

Quando verrà la zia Irene bisognerà chiamar subito il papà.

LUCIA.

Sissignora.

NENNELE.

Dov'è papà?

LUCIA.

Non lo so. È tutta la mattina che è in giro per la casa. Va, viene, non può star fermo. Sono entrata in camera sua un'ora fa per portargli la posta e stava ritto davanti la specchiera tamburellando colle dita sul cristallo. Poi è sceso in scuderia. Poi è ripassato di qui. Lei non l'ha veduto?

NENNELE.

Sì sì. Appena levata sono andata a salutarlo.

LUCIA.

Pensi che alle cinque aveva già chiuso la valigia. E ha aiutato lui Andrea a scenderla. Sapeva bene che dovevano venire i facchini. Ho voluto prendere il suo posto, ma non ci fu verso... Continue reading book >>




eBook Downloads
ePUB eBook
• iBooks for iPhone and iPad
• Nook
• Sony Reader
Kindle eBook
• Mobi file format for Kindle
Read eBook
• Load eBook in browser
Text File eBook
• Computers
• Windows
• Mac

Review this book



Popular Genres
More Genres
Languages
Paid Books