Books Should Be Free is now
Loyal Books
Free Public Domain Audiobooks & eBook Downloads
Search by: Title, Author or Keyword

La volpe di Sparta   By: (1868-1929)

Book cover

First Page:

La volpe di Sparta

ROMANZO DI LUCIANO ZÙCCOLI

MILANO FRATELLI TREVES, EDITORI

1916.

LA VOLPE DI SPARTA.

OPERE DI LUCIANO ZÙCCOLI

Romanzi:

La volpe di Sparta L. 3 50

La freccia nel fianco. 6.° migliaio 3 50

L'amore di Loredana. 6.° migliaio 3 50

Farfui. 5.° migliaio 4

Romanzi brevi. 5.° migliaio 4 (Casa Paradisi Il giovane duca il valzer del guanto).

Ufficiali, sottufficiali, caporali e soldati. 6.° migliaio. 1

I lussuriosi. 4.° migliaio 1

Il designato. 4.° migliaio 1

La colpa è tua (in preparazione).

Il maleficio occulto (in preparazione).

Novelle:

Primavera. 4.° migliaio 3 50

La Compagnia della Leggera. 3.° migliaio 3 50

Donne e fanciulle, 5.° migliaio 3 50

L'Occhio del Fanciullo. 3.° migliaio 3 50

La vita ironica 3 50

Novelle prima della guerra 3 50

La volpe di Sparta

ROMANZO DI LUCIANO ZÙCCOLI

MILANO FRATELLI TREVES, EDITORI

1916.

PROPRIETÀ LETTERARIA.

I diritti di riproduzione e di traduzione sono riservati per tutti i paesi, compresi la Svezia, la Norvegia e l'Olanda.

Copyright by Fratelli Treves, 1916.

Si riterrà contraffatto qualunque esemplare di quest'opera che non porti il timbro a secco della Società degli Autori.

Milano, Tip. Treves.

LA VOLPE DI SPARTA

I.

L'ombra della donna.

Tra i numerosi commessi del grande negozio di maglieria Adolfo Scotti e C., la signora cercava degli occhi il suo commesso di fiducia, il Baganella, che sapeva i gusti, dava buoni consigli, veniva a patti sui prezzi «proprio perchè è Lei», e le faceva trovar tutto a casa o le mandava tutto in villa con esattezza scrupolosa. Ma Vittorina Ornavati non riusciva a vederlo tra quel viavai. Il direttore, abbandonando il banco e la cassa per un istante, le andò incontro con la sollecitudine che meritava una cliente di sì grande importanza, e salutò lei e suo marito, sorridendole con discrezione.

Cerca del Baganella, signora Ornavati? È in licenza per un mese; stava poco bene.... Ma le indicherò un altro giovane di cui sarà contenta....

O Celso, il Baganella sta poco bene! disse Vittorina con voce dolente a suo marito.

Chi? rispose Celso Ornavati. Ah, mi dispiace! Speriamo che guarisca....

Egli non sapeva chi fosse quel Baganella; fumava la sigaretta, guardando una giovane troppo elegante che comperava maglie di seta troppo fini.... Ma dal momento che non stava bene, era giusto augurargli di guarire; se poi non fosse guarito, sarebbe stato lo stesso. Celso Ornavati era gentile e distratto: si dilettava di pittura, di musica, di letteratura, di filosofia, con la misura giusta per non riuscire a nulla, e fumava sessanta sigarette al giorno. Quel giorno aveva letto in treno, accompagnando Vittorina dalla villa in città, gli aforismi di Oscar Wilde; ed era in cerca di aforismi egli pure per provarcisi.

Mi aspetti? riprese Vittorina, mentre seguiva il direttore. Non starò molto.

Celso prese la sedia che gli offriva un commesso e sedette quasi alle spalle della giovane troppo elegante, per foggiare un aforisma su di lei... Continue reading book >>




eBook Downloads
ePUB eBook
• iBooks for iPhone and iPad
• Nook
• Sony Reader
Kindle eBook
• Mobi file format for Kindle
Read eBook
• Load eBook in browser
Text File eBook
• Computers
• Windows
• Mac

Review this book



Popular Genres
More Genres
Languages
Paid Books