Books Should Be Free is now
Loyal Books
Free Public Domain Audiobooks & eBook Downloads
Search by: Title, Author or Keyword

A «San Francisco» Un atto   By: (1860-1934)

Book cover

First Page:

SALVATORE DI GIACOMO

TEATRO

'O VOTO A «SAN FRANCISCO» 'O MESE MARIANO ASSUNTA SPINA QUAND L'AMOUR MEURT....

LANCIANO R. CARABBA, EDITORE 1910

PROPRIETÀ LETTERARIA

Le copie non firmate dall'Autore sono dichiarate contraffatte

Questo volume, per le Compagnie Drammatiche e Comiche, deve essere considerato come manoscritto, da non potersi cedere nè rappresentare senza regolare permesso dell'Autore. ( Art. 14 del Testo unico, 17 settembre 1882 ).

A «SAN FRANCISCO»

UN ATTO

PERSONAGGI

GIOVANNI ARCIETTO PEPPE PAZZIA, camorrista DON GENNARO 'o cusetore LUIGIELLO, ragazzetto tredicenne RAFELE 'o masterasciello CICCIARIELLO SPINA FEDERICO 'o pittore TOTONNO BATTIMELLE DON PEPPE 'o siciliano, carceriere Tre secondini

La scena ha luogo in un camerone del carcere di San Francesco , in Napoli, intorno al 1850.

SCENA PRIMA

La tela si leva lentamente. Quando è a metà del palcoscenico s'ode una voce interna cantare malinconicamente da un altro camerone.

Rafele e Cicciariello , seduti sulle tavole di un letto, giocano a carte e fumano.

Federico 'o pittore e Totonno seggono sulle tavole di un altro letto: il secondo stende il braccio destro denudato e il primo glie lo va tatuando con un ago e col nerofumo. Il ragazzo Luigiello , accosto ad essi, osserva curiosamente l'operazione.

Don Gennaro 'o cusetore è occupato a scrivere, con la matita, de' numeri in un libriccino. Siede sulle tavole del primo letto a sinistra dello spettatore.

Steso sul suo letto, col capo poggiato sui materassi ravvoltolati, Peppe Pazzia dorme. Sotto al suo letto è una brocca, tra un fiasco di vino e un paio di scarpe.

È sera. Tutti tacciono.

LA VOCE INTERNA

A San Francisco mo' sona 'o risveglio, chi dorme e chi veglia, chi fa nfamità!...

LA VOCE INTERNA DI UN CARCERIERE

Silenzio!... ( e al tempo stesso s'ode un romore come di porta alla quale si batta violentemente ).

PEPPE

( al romore si sveglia di soprassalto e leva la testa guardando, spaventato, intorno a sè ):

Chi è?... Ch'è stato?!...

DON GENNARO

( senza levarsi, mettendo in saccoccia il libriccino dei suoi numeri )

Nu' v'appaurate, 'on Peppenié. Chillo è Totonno Sarcenella ca s'è miso a fa 'a soleta letania dint' 'o cammarone appriesso. É miezo pazzo e fa sempe chesto, 'a notte e 'o juorno.

PEPPE

( si leva dal letto irritato, nervoso e s' accosta a don Gennaro )

Quann'è ddimane ca scennimmo 'a passiggiata int' 'o curtile, nun sia pe cumanno, me l'avite nzignà.

DON GENNARO

A chi?

PEPPE

( serio, le mani in saccoccia )

A stu Totonno Sarcenella.

DON GENNARO

'O vulite canoscere? ( si leva. Il ragazzo passa a guardare i giocatori ).

PEPPE

Lle voglio di' ca m'ha dda fa 'o favore, quanno io sto durmenno, nun ha dda cantà cchiù.

DON GENNARO

Quanno state durmenno?

PEPPE

Pricisamente.

DON GENNARO

Nun ha dda cantà?!...

PEPPE

Pricisamente.

DON GENNARO

Scusate, 'on Peppenie'... e chillo comm' 'o ssape? Ll'avite dà vuie ll'urario... E po'... v'aggio ditto... chillo s'è miezo scemunito...

PEPPE

Nu' ve capacita?

DON GENNARO

( appaurato )

A me?... Comme nun me capacita?... Vuie cumannate e io ve servo.

PEPPE

Datemmillo sulamente a canoscere... ca po' ce penzo io... ( torna a sedere sulle tavole del suo letto ).

CICCIARIELLO

Scopa!

RAFELE

Sango d' 'a morte!... N' ato asso!

CICCIARIELLO

Scopa! So' fora!

RAFELE

Aspè!... Comme si' fora?... ( al ragazzo ) Guaglió', fatte cchiú llà!... 'A che te si' accustato cca bbicino nun so' stato cchiù buono 'e fa na carta!... Aíze, vattenne!

CICCIARIELLO

Vattenne!... ( lo spinge, brutalmente )... Continue reading book >>




eBook Downloads
ePUB eBook
• iBooks for iPhone and iPad
• Nook
• Sony Reader
Kindle eBook
• Mobi file format for Kindle
Read eBook
• Load eBook in browser
Text File eBook
• Computers
• Windows
• Mac

Review this book



Popular Genres
More Genres
Languages
Paid Books